Autocertificazione Veicoli Storici e' ora una realta'.
Veicoli Storici: Non e' piu' necessario iscriversi all'ASI per godere dei benefici fiscali
Veicoli oltre Vent'anni ora pagano il bollo ridotto senza essere registrati all'ASI, e non solo quello.

La sentenza della Corte di Cassazione numero 3837 del 15-02-2013 mette fine alla disputa riguardo i benefici fiscali per bollo e passaggio di proprieta' con IPT sgravata.

- al fine di avere i benefici fiscali su bollo e passaggio di proprieta' l'iscrizione del proprio veicolo al registro dell''ASI non e' piu' necessario.
- per quanto concerne l'art.63 della Legge 342 del 2000, gli attestati dell'ASI non hanno alcuna validita' legale
- e' onere del cittadino mostrare di godere dei requisiti occorrenti ad ottenere i benefici fiscali e cioe':
- Autocertificare che il veicolo abbia compiuto i 20 anni e sia rispondente ai criteri fissati dall'ASI (sia parte della lista di veicoli qualificanti).



Questa buona notizia significa che non volendo circolare su strada, a patto che il mezzo abbia compiuto i suoi vent'anni, sara' possibile pagare il bollo ridotto, (attorno alle dieci euro) pertanto si spera sia finita la situazione sfortunata della rottamazione quasi obbligatoria (pena il salasso) di quei veicoli che per un motivo o per l'altro ci piacerebbe continuare a possedere.
Il Vincent Black Shadow di John Alldus. Articolo dedicato a Tigger, RIP mate.

A questo punto si puo' solo sperare che l'organismo d'incasso in molti casi sara' come al solito stralento a rinnovarsi, percio' tutta quella gente che costituisce le regioni, impiegati negli uffici, lavoratori delle poste insomma quegli Italiani che tutti assieme sono responsabili per far si che le cose funzionino bene, si spera vivamente che tutte queste persone si adeguino alle nuove regole immediatamente e senza strascicare i piedi, magari incolpando la burocrazia, o l'Italia, perche' sono anche LORO che fanno l'italia.

Ora tutti a caccia di quelle assicurazioni per le quali non e' necessario essere iscritto ad un club o ad un registro storico al fine di ottenere un'assicurazione storica.

Approfondimenti:
Dario di Bello: abbiamo vinto noi!
Il RIVS: Ora sta alle altre Regioni prendere atto di questa situazione
Scarica la sentenza originale 3837/13 della Cassazione (formato pdf, 530kb)